SICUREZZA E IMMIGRAZIONE. PERUVIANO STUPRA UNA SUA CONNAZIONALE

Emilio Graviel Baldes, questo il nome del criminale che ha stuprato una connazionale di 19 anni, a Milano. A ricostruire la violenza sessuale, confermata anche dal pool di specialisti della Magiagalli, sono i carabinieri. La giovane è stata aggredita dallo sconosciuto con una bottiglia di vetro. Poi calci e pugni fino a dominare la sua reazione. Le minacce di morte, però, non sono bastate per fermare le grida di richiesta di aiuto della 19enne. Quelle urla disperate sono state raccolte da una persona che ha subito chiamato le forze dell’ordine. Intervengono proprio gli uomini del Radiomobile, le stesse pattuglie che 24 ore prima avevano evitato un’altra violenza sessuale in strada, in un’altra zona della città. I militari interrompono lo stupro e bloccano il 49enne. Per lui è finita mentre per la 19enne – assistita dal personale specializzato del Soccorso violenze sessuali – l’incubo di questa maledetta notte, probabilmente, non finirà mai. E Milano si conferma città tra le più insicure d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *