MA SCUSATE CHE F RUBIO FA IL CUOCO O LO SPARA CAZZATE? DOPO IL COMMENTO SUI FATTI DI TRIESTE, RIECCOLO SUL CASO DEL COLLEGA OMICIDA-SUICIDA DI FOGGIA

Ma non sarebbe meglio che questo soggetto, sedicente CHEF, tornasse in cucina o ai camionisti invece di commentare la cronaca? E scrive: “guardie penitenziarie e detenuti sono vittime di un sistema penitenziario da rifondare”. Uno, ha scoperto l’acqua calda, due non si permetta più di mettere sullo stesso piano noi e i detenuti. Noi siamo un corpo di polizia dello Stato, loro, i carcerati sono criminali che hanno commesso reati e per questo scontano una pena. Non sono vittime, ma carnefici. E poi: “siamo tutti vittime di uno Stato assente (…)” Siamo? Siamo chi? Rubio di sicuro no. Se la spassa da un format all’altro, pagato miliardi. Lui è soltanto vittima della sua supponenza, lui tuttologo da balera, per lui lo Stato è un’entità talmente astratta e lontana che la tragedia di Foggia probabilmente neanche lo sfiora. Dato che gli ultimi suoi programmi televisivi sono stati un flop, forse ora si gioca la carte dell’opinionista. Quindi cari colleghi, non finirà qui. Ormai il soggetto è partito in quarta, lo aspettiamo alla prossima stronzata che dirà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *