MELA MARCIA ANCHE TRA I COLLEGHI AUSTRALIANI DEL NEW SOUTH WALES

Un agente del Corrective Services NSW è stato accusato di aver introdotto un giro contrabbando in una struttura correzionale a Sydney east. Nel luglio 2019, i detective dell’unità investigativa della polizia penitenziaria hanno avviato un’attività di indagine per il reato di contrabbando da parte di un agente penitenziario. Il soggetto, una mela marcia, è stato arrestato durante il servizio questa mattina e portato fuori davanti a tutti i colleghi. Dopo indagini approfondite, i detective hanno dunque arrestato un agente di 27 anni all’interno di un penitenziario di Sydney. L’infedele è stato portato alla Maroubra Police Station e accusato di aver condotto un comportamento illegale e per corruzione. L’agente corrotto ha introdotto illegalmente in carcere circa 45 pacchetti – compresi i telefoni cellulari, il tabacco, la metilamfetamina e gli steroidi – e nell’ospedale del centro penitenziario in cambio di ricompense fino a 12.000 dollari versati dai familiari dei detenuti. La mela marcia marcia ora è fuori su cauzione e il prossimo 18 dicembre dovrà apparire davanti ai giudici. Nel frattempo è stato sospeso dal servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *