TORNIAMO ALL’INCHIESTA SUL CONCORSO TRUCCATO PER I POSTI NELLA POLIZIA PENITENZIARIA. IL LAVORO INVESTIGATIVO DEL NIC

Nell’ambito delle indagini i colleghi del NIC hanno tratto in arresto una decina di persone, accusate di essere in possesso delle risposte ai quiz e di averle vendute per decine di migliaia di euro. Gli sviluppi successivi hanno portato alla scoperta di un’associazione a delinquere costituita da una decina di persone operante nell’hinterland napoletano. I componenti della banda sono stati tutti arrestati e nel corso delle operazioni di perquisizione, il NIC ha sequestrato un fuoristrada Hummer oltre a denaro e altri oggetti. Come ricorderete alcuni concorrenti furono esclusi dal concorso già sul momento, perché scoperti durante lo svolgimento della prova scritta con auricolari o cellulari, ma anche cover di telefonini, braccialetti e t-shirt dove erano scritte le risposte esatte con lettere e numeri che, grazie alle indagini del NIC, si è riusciti a codificare, rintracciandone i collegamenti.

L’iniziale procedimento, in carico alla Procura di Roma, è poi passato a Napoli nella fase finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *