LADRA DI PROFESSIONE, ARRESTATA DAI CARABINIERI…..MA NON PER I FURTI

Siamo a Spresiano, provincia di Treviso. Lei è una cinquantenne con il vizio di sottrarre indebitamente da scaffali e banconi dei negozi tutto ciò che possa interessarla. Ha già una discreta sfilza di precedenti a suo carico. Di recente la gentildonna ha fatto un giro in un centro commerciale della zona e qui ha trafugato, dunque preso senza pagare, merce di vario genere da una tabaccheria e da un’erboristeria. Naturalmente i commercianti se ne sono accorti, hanno chiamato il 112, e lì sono arrivati i carabinieri della locale stazione, che hanno intercettato la ladra e l’hanno portata in caserma. Testimonianze, filmati delle telecamere di sorveglianza, la refurtiva trovata in possesso della signora cinquantenne, non davano adito a niente che non fosse il reato di furto. Denunciata a piede libero (?), la donna è salita in auto e senza pensarci su ha scagliato l’auto contro il cancello della stazione dei carabinieri. E una, e due, e tre……fino al momento in cui i carabinieri sono riusciti a bloccarla. Su decisione del pubblico ministero di turno alla donna sono stati concessi gli arresti domiciliari e nei giorni scorsi è comparsa di fronte al giudice per l’udienza di convalida del fermo.