NON SOLO DETENUTI, ORA ANCHE I TOPI NELLA MENSA AGENTI DEL PENITENZIARIO DI SASSARI. INTERVENGONO “I MOUSESINDACATION”

“Mousesindacation” è in realtà una traduzione alla “Prisencolinensinainciusol”, rap ante litteram che i più anziani ricorderanno cantato da Adriano Celentano negli anni 70. Sindacation, anzi, syndication per usare il termine preciso si riferisce ad una collaborazione tra soggetti per poter realizzare un progetto comune. Cosa che i nostri sindacati hanno smarrito da tempo. A proposito di topi nelle mense, ai tempi di oggi, più di ieri, anche la specie animale si evolve e i topi sono stati capaci pure di passare attraverso aperture poco più grandi di una moneta, di cadere dal quarto piano senza farsi male, di aprirsi varchi attraverso muri di qualsiasi spessore e materiale, compreso il cemento armato dei vari Penitenziari che ad oggi soffrono anche il sovraffollamento dei topi. Ci seguono come le mosche cavalline con gli equini, ma loro, i “mouse” sembrano talmente più robusti e immutabili di noi tanto da dover chiedere un interessamento sindacale per suggerirne una valida risoluzione. Magari, in ottemperanza alla circolare emanata il 10/10/2018 dal Capo del DAP, volta ad assumere ogni utile iniziativa per il trasferimento di quei detenuti responsabili di gravi episodi di violenza o che, comunque, con il loro atteggiamento compromettono ordine e sicurezza all’interno degli istituti. Anche se la circolare parla di trasferimento di detenuti e non di topi, è ovvio, ma sempre di un genere animale si parla. Che lotta per la sopravvivenza alla fame senza aver fatto male a nessuno … e non al Covid-19 avendo cagionato del male a tanti. Quel topo che abbandona per prima la nave che sta affondando… ma che, nonostante tutto, ancora trova da mangiare, aspettando di risalire dalle fogne per arrivare a rosicchiare l’ultima poltrona di un trono caduto.