VOLETE SAPERE UNA COSA? LA PRIMA LINEA È INCAZZATA, ANZI INCAZZATISSIMA

Da oggi parte la SANATORIA dei migranti irregolari e con permesso scaduto, voluta da questo governo e ottenuta in meno di trenta giorni. E però, l’inerzia di questo governicchio a marcia pentasinistrata che in tempi brevissimi, senza proteste di piazza o di salotti tv riempiti dai soliti buonisti sinistrorsi del cazzo, sanano clandestini, emettono circolari svuota carceri, legiferano su figure pro detenuti, tipo garanti e affini ma, di contro non riescono a: ripristinare i normali circuiti di detenzione all’interno delle carceri per garantire ordine e sicurezza;

non vi è alcuna sanzione/restrizione sui responsabili dei vili atti dell 8 marzo, anzi… ;

nessuna valutazione /volontà dell’abolizione del reato di tortura nei confronti di chi deve operare per la sicurezza della Nazione;

nessuna volontà di incremento del personale di Polizia Penitenziaria ma di contro da subito si obbligano aperture di nuovi padiglioni;

non si interessano per abrogare i furtivi canoni locativi degli alloggi di servizio;

si sanano clandestini con un colpo di spugna ma non si sana, a torto o a ragione, il personale di Polizia Penitenziaria in distacco nelle sedi extramoenia tra Uffici del Dipartimento, Scuole e intra moenia tra i vari istituti. Insomma un governo a due marce: veloce per atti di comodo, lentissimi per atti che riguardano il Personale di Polizia Penitenziaria. Lo specchio della Giustizia dell’oggi, un peso e 100 misure.