ITALIA: DIRETTORI E COMANDANTI BADANTI, QUELLI CHE “TUTTOAPPOSTO”. NELLA FEDERAZIONE RUSSA INVECE….

…..troviamo gli UFFICIALI del Servizio Penitenziario della Federazione Russa. Come questo che vedete in fotografia. Il Colonnello del Servizio Penitenziario Maxim Alexey Kuznetsov è a capo della colonia IK-31 della regione di Volgograd, e ha fama di essere molto severo con i condannati che non rispettano le regole e insultano o minacciano il personale (di aggressioni non se ne parla, poiché in Russia ogni tentativo di aggressione viene respinto nel sangue, del detenuto ovviamente), o si comportano male durante un turno di lavoro nelle aziende del Servizio Penitenziario oppure con gli altri detenuti. Mentre in Italia si viaggia a dialogo e caramelle, nella Russia di oggi, che dispone di un sistema penitenziario molto più avanzato dei paesi dell’Unione Europea, cosa questa di cui nessuno parla tranne noi e pochissimi altri, chi infrange le regole viene sottoposto a provvedimenti disciplinari molto rigidi. Perchè se nella Russia di Putin il trattamento carcerario è all’avanguardia, e le carceri non sono più gulag o un sepolcro per i vivi (con la sola eccezione dei centri speciali nei quali vengono rinchiusi mafiosi, seriali, cannibali, terroristi), le regole comunque vanno seguite…… Se sbagli in un carcere russo, altro che “tuttaposto”…….