SICUREZZA URBANA, IMMIGRATO DELL’EST MASSACRA UN ANZIANO

Siamo nella civile Vicenza, città colta e vivace, oggi terreno di violenza e dominio di soggetti stranieri di varie etnie. Un anziano, aggredito, massacrato. Prima gli ha sferrato un pugno in pieno volto, facendolo cadere per terra, poi lo ha preso brutalmente a calci sulla nuca, in faccia, al torace mentre giaceva inerme sull’asfalto. Aggressione maturata alla luce del sole, nel piazzale del mercato ortofrutticolo situato nel quartiere del Mercato Nuovo di Vicenza. Diventato luogo di spaccio, degrado e rapine in mano a malviventi ed immigrati, ha fatto da sfondo all’ennesima brutalità compiuta da uno straniero nei confronti di un italiano.

Un 25enne di origine ungherese, un senza fissa dimora e con numerosi precedenti, si avvicina all’anziano di 73 anni, per sferrargli il primo colpo in pieno volto. Il motivo del pestaggio? Secondo il Giornale di Vicenza l’anziano voleva intervenire per pacificare la lite in corso tra il 25enne e la sua ragazza. L’anziano, dopo il colpo, stramazza a terra, ed è allora che l’immigrato infierisce sul suo corpo con una serie di calci alla testa e al corpo. A quel punto il giovane si allontana con la sua bici, assieme alla compagna. La vittima è stata poi soccorsa da alcuni passanti. Finito in manette, l’ungherese dovrà rispondere di lesioni aggravate per quanto provocato al pensionato di 73 anni, che ora si trova ricoverato in ospedale con una frattura al femore.