LA BAGARRE TRA I “CIVILI” DEL PENITENZIARIO DI TARANTO

Bisticciano, eccome se bisticciano. L’agone questa volta è il carcere tarantino, all’interno del quale la direttrice e una cosiddetta funzionaria giuridico-pedagogica (insomma un’educatrice), si stanno sfidando a suon di carte bollate. C’è di mezzo, pensate un po’, anche la procura di Taranto che ha inviato alla direttrice del carcere Stefania Baldassari un bell’avviso di garanzia. Ma perché? Il fatto che avrebbe cagionato l’attacco della procura è partito dalla segnalazione del provveditore regionale per l’amministrazione penitenziaria al quale si è rivolto la funzionaria giuridico-pedagogica, è un presunto atteggiamento vessatorio nei confronti dell’educatrice da parte della Baldassari. Chissà…..

Stefania Baldassari

Lascia un commento