PARACULI E FESSI, COME ALCUNI DI QUELLI AGLI ARRESTI DOMICILIARI

Vediamo un Paese incapace di esprimere complessità e bellezza, ma capace di digerire e dimenticare tutto: corrotti e corruttori, mignotte, mafia ed evasione. Tutto condonato. Sono, anzi siamo così. I nostri succhi gastrici sono fenomenali, capaci di digerire tutto. Le peggiori porcate sono concesse a chiunque, a letto come nella vita politica, in ufficio come in chiesa. Non siamo mai stati capaci di provare indignazione, perchè ci immedesimiamo nel ladro, non nella guardia. Questo già ci dice tutto, poteva anche finire qui. Le storie che ora vi mostriamo dimostrano che certi soggetti credono di fare i furbi, ma sono dei fessi, perché non rispettano le regole, approfittando della grazia ricevuta da qualche magistrato che ti ha mandato solo ai domiciliari.

  1. EVADE DAI DOMICILIARI, COMMETTE UNA RAPINA, ARRESTATO DALLA POLIZIA DI STATO E CONDOTTO IN CARCERE

2. SIRACUSA, MANOMETTE BRACCIALETTO ELETTRONICO E RAPINA GIOIELLERIA. ARRESTATO


Lascia un commento