SUVVIA, BASTA CON LA STORIA CHE I DETENUTI SI RIEDUCANO….

……specie gli stranieri, al primo posto i nordafricani, sempre in agguato, sempre con la lametta in bocca, sempre aggressivi e minacciosi, pronti a farti la pelle e a fregarti non appena gli volti le spalle. Rissosi, insolenti….insomma gentaglia da buttare dentro la fossa dei leoni e gettare via le chiavi. Questi non li rieduchi, e se fai il duro con loro ecco che si inventano torture, pestaggi, ti fanno finire in mano a garanti e magistrati, sulle pagine dei giornali, come i colleghi di Firenze e quelli della Ranza di Montepulciano. Nordafricani, per la precisione tunisini, sono 5 tunisini “ospiti” del carcere di Genova Marassi, solito colabrodo all’interno del quale entra di tutto, anche se poi scoperto e sequestrato durante le perquisizioni operate dai nostri colleghi. Un vecchio cellulare Samsung Gt1200 con tanto di sim card, abilmente nascosto dentro a un tozzo di pane. Questo hanno rinvenuto i colleghi durante il controllo della cella dei cinque soggetti, tutti reclusi per attività legate allo spaccio di droga. E dato che i tunisini sono maestri della fandonia, e hanno sempre la faccia come il culo, ne hanno negato la proprietà e l’esistenza, anche davanti ai fatti.

#tunisinibugiardi #andateacagare

Lascia un commento